Bando Misura 8.1 Sostegno alla forestazione e all’imboschimento • Secondo avviso

AVVISO LEGALE: L’unico testo ufficiale e definitivo è quello pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata (BURB) a mezzo stampa, che prevale in casi di discordanza. La riproduzione dei testi forniti nel formato elettronico è consentita purché venga menzionata la fonte, il carattere non autentico e gratuito. I Testi sono disponibili agli utenti al solo scopo informativo. La raccolta, per quanto vasta, è frutto di una selezione redazionale. L’Autorità di Gestione del Psr Basilicata, non è responsabile di eventuali errori o imprecisioni, nonché di danni conseguenti ad azioni o determinazioni assunte in base alla consultazione del portale.


SCHEDA BANDO

SCADENZA  PROROGATA AL 19 OTTOBRE 2022

MISURA 8 • INTERVENTI NELLO SVILUPPO DELLE AREE FORESTALI E NEL MIGLIORAMENTO DELLA REDDITIVITÀ FORESTALE

SOTTOMISURA 8.1 • SOSTEGNO ALLA FORESTAZIONE – IMBOSCHIMENTO

 

 

OBIETTIVO

Il bando ha finalità esclusivamente protettive, paesaggistiche e sociali, ma ha anche lo scopo di contribuire alla mitigazione dei cambiamenti climatici, alla difesa del suolo, alla regimazione delle acque, utilizzando specie forestali, arboree e/o arbustive autoctone di provenienza locale, anche con materiale vegetale micorizzato, adatte alle condizioni climatico –ambientali dell’area nonché conformi ai requisiti ambientali minimi attraverso impianti di bosco (permanente, seminaturale/naturaliforme)

DOTAZIONE, FORMA E INTENSITÀ DELL’AIUTO

La disponibilità finanziaria per il presente bando, per la realizzazione degli impianti boschivi a scopi protettivi è pari ad € 10.000.000,00

L’aiuto è concesso sotto forma di contributo in conto capitale. L’importo del contributo è commisurato ai costi sostenuti e regolarmente approvati ed è pari al 100% della spesa ammessa.
Ai fini dell’ammissibilità delle domande di aiuto, la spesa ammissibile relativamente ai costi d’impianto deve essere pari o superiore ad € 22.500,00; l’importo massimo finanziabile per progetto è di € 150.000,00

BENEFICIARI E AMBITO TERRITORIALE

Beneficiari  sono soggetti pubblici e privati, anche in forma associata, che siano proprietari e/o gestori di terreni agricoli e non agricoli

L’operazione si applica sui terreni agricoli e non agricoli della regione Basilicata

INTERVENTI AMMISSIBILI

L’impianto deve avere caratteristiche similari alle formazioni forestali tipiche della Regione Basilicata, con l’obiettivo di creare nuovi boschi permanenti, seminaturali/naturaliformi, caratteristici dell’areale in cui viene realizzato l’imboschimento

La superficie investita per la realizzazione di impianti arborei deve essere pari ad almeno 3,0 ha a scopi protettivi anche non accorpati. Nel caso di realizzazione di più impianti, ciascun di essi deve comunque avere una dimensione non inferiore a 0,5 Ha effettivi, al netto di opere accessorie (tare, capezzagne, recinzioni, ecc.). Sono esclusi filari di alberi

L’importo di progetto deve essere pari ad almeno € 22.500,00

Costi ammissibili nell’ambito della presente sottomisura, sono riconducibili a:
1. Costi di impianto e materiale di propagazione;
2. Premio annuale a ettaro a copertura dei costi di manutenzione per un periodo fino a 12 anni;
3. Premio annuale per ettaro a copertura dei costi di mancato reddito agricolo

Per i terreni non agricoli non è riconosciuto il premio ad ettaro a copertura dei costi di mancato reddito agricolo.

Il sostegno per l’imboschimento di terreni agricoli di proprietà pubblica copre unicamente i costi di impianto.

CONDIZIONI DI AMMISSIBILITÀ

L’investimento è ammissibile se:
1. realizzato nell’ambito di terreni agricoli e non agricoli della regione Basilicata;
2. la superficie candidata ha una dimensione complessiva maggiore o uguale a 3 ettari, anche se non accorpata;
3. realizzato su terreni non in precedenza (ultimi 5 anni) dichiarati o riconosciuti come bosco;
4. realizzato su terreni agricoli dove l’uso non sia pascolo o prato permanente con o senza tara;
5. qualora realizzato in terreni ricadenti in siti Natura 2000, l’impianto deve risultare coerente con gli obiettivi delle Misure di Tutela e Conservazione (MTC) e dei Piani di Gestione, al fine di non comportare una diminuzione della biodiversità;
6. le specie arboree o arbustive (queste ultime nei soli casi previsti) sono scelte tra quelle presenti nell’Allegato A del Bando;
7. rispetta i limiti di spesa minima ammissibile indicata all’art.9 e del punteggio minimo indicato all’art.13.
Non sono ammissibili gli impianti di bosco ceduo a rotazione rapida (allegato A – DM n. 1868 del 9 dicembre 2009), di abeti natalizi e di specie a rapido accrescimento per uso energetico

 

La domanda è ammissibile se:

a. Il beneficiario ha le caratteristiche prescritte dall’art. 5;
b. i terreni agricoli e non, inseriti in domanda, sono presenti nel fascicolo aziendale aggiornato del richiedente. Per terreni non agricoli si intendono tutti gli appezzamenti classificati nell’ambito del fascicolo aziendale come “Incolti produttivi” ;
c. il richiedente non ha presentato sullo stesso bando più domande anche se in forma associata;
d. il proponente è in possesso di idonei titoli di conduzione o di proprietà delle superfici su cui si realizza l’intervento; per i terreni non di proprietà i titoli di conduzione devono avere una durata residua pari ad anni 14. Nel caso di titoli di conduzione con durata inferiore ad anni 14, il richiedente può avvalersi di quanto disposto dall’art. 34 comma 3 della L.R. n. 16/20123;
e. il progetto raggiunge il punteggio minimo indicato all’art. 13;
f. il proponente non ha già beneficiato dello stesso aiuto a valere sul primo avviso della sottomisura 8.1.1 anno 2020, anche solo previa sottoscrizione del provvedimento di concessione

COSTI AMMISSIBILI Copertura per i costi di impianto (costo delle piantine, costo delle lavorazioni e della messa a dimora, costi dei materiali e delle protezioni e costi tecnici direttamente connessi all’operazione);

I costi ammissibili sono:
Acquisto del materiale vegetale, arboreo e arbustivo, corredato da certificazione di provenienza e fitosanitaria, come previsto dalle vigenti norme

Impianto e altri costi necessari alla messa a dimora delle piante, come analisi fisico-chimiche del suolo, eventuali sistemazioni idraulico-agrarie, preparazione e lavorazione del terreno, squadratura, tracciamento filari, trasporto, paleria, tutori e recinzioni e altre protezioni contro il pascolo

Altre operazioni correlate all’impianto, come concimazioni, pacciamature e operazioni necessarie alla protezione delle piante (trattamenti fitosanitari, recinzioni contro il pascolo e la brucatura)

Spese generali: sono ammissibili entro la percentuale massima del 10% dei costi d’impianto e riguardano: oneri per consulenti, progettisti, direttore dei lavori

Spese per la cartellonistica obbligatoria sino ad un massimo di € 250,00

Per imboschimenti su terreni non agricoli il contributo è riconosciuto per i costi di impianto e per la sola manutenzione

Il premio di mancato reddito, per le categorie a cui spetta e per la manutenzione è fissato per un massimo di 20 (venti) ettari e per 12 (dodici) annualità successive all’anno di conclusione dell’investimento (collaudo).

L’importo massimo riconosciuto sul costo di realizzazione dell’impianto arboreo comprensivo delle spese generali è fissato in € 7.500,00/ha

PRESENTAZIONE DOMANDA

La presentazione della domanda di partecipazione al Bando si distingue nelle seguenti due fasi:

1. RILASCIO DELLA DOMANDA DI SOSTEGNO SUL PORTALE SIAN

La domanda di sostegno deve essere rilasciata a SIAN entro 60 (sessanta) giorni consecutivi a far data dalla pubblicazione sul BURB del presente Bando

SCADENZA PROROGATA AL 19 OTTOBRE 2022, ORE 17:00

2. PRESENTAZIONE DELLA CANDIDATURE SULLA PIATTAFORMA SIA-RB

Entro 70 (settanta) giorni consecutivi a far data dalla pubblicazione sul BURB del presente Bando, il richiedente deve, a pena di esclusione, candidare la domanda di partecipazione, corredata da tutta la documentazione richiesta ed elencata nel successivo art. 12, attraverso la piattaforma informatica “SIA-RB”, (inderogabilmente entro le ore 17.00 dell’ultimo giorno)

SCADENZA PROROGATA AL 22 OTTOBRE 2022, ORE 17:00

CONTATTI

Responsabile del procedimento: dott. Piernicola Viggiano

tel.: 0971.669035  mail: piernicola.viaggiano@regione.basilicata.it

FAQ: Per informazioni e chiarimenti sul presente bando è necessario inoltrare gli eventuali quesiti al seguente indirizzo: faqpsr.mis8.1@regione.basilicata.it

DOCUMENTAZIONE DI INTERESSE

Delibera Giunta Regionale n. 615 del 21 settembre 2022 Proroga scadenza

Delibera Giunta Regionale n. 464 del 20 luglio 2022 Approvazione bando

Bollettino ufficiale n. 36 del 21 luglio 2022

ALLEGATI

BANDO

ALLEGATO A SPECIE FORESTALI

ALLEGATO B AUTORIZZAZIONE PROPRIETARIO

ALLEGATO C AREE RURALI BASILICATA

ALLEGATO D COMUNI DIRETTIVA NITRATI

ALLEGATO E CHECK LIST AUTOVALUTAZIONE

ALLEGATO F RELAZIONE ASSEVERATA

ALLEGATO G INDICE BOSCO

ALLEGATO H DICHIARAZIONE IMPEGNO PROLUNGAMENTO

ALLEGATO I CONGRUITA SPESE TECNICHE

Ultimo aggiornamento 21 settembre 2022, ore 14:35

 

Pin It on Pinterest