Bando Misura 1.2 Sostegno ad azioni dimostrative ed azioni di informazione

Misura 1: Trasferimento di conoscenze e azioni di informazione;

Sottomisura 1.2: Sostegno ad azioni dimostrative ed azioni di informazione

Obiettivo: 

La Sottomisura sostiene iniziative di informazione e dimostrazione principalmente rivolte alla divulgazione dell’innovazione su temi inerenti a tutte le focus area richiamate nella strategia di programma.

La Sottomisura 1.2 prevede l’attivazione di progetti dimostrativi ed azioni di informazione. Con il presente Bando, la Regione Basilicata attiva soltanto piccoli progetti dimostrativi, il cui accesso, è organizzato per le aziende agricole della Regione Basilicata e per gli operatori del settore primario (imprenditori agricoli e addetti alle imprese agricole) a queste riferiti.

Dotazione finanziaria: € 3.260.000,00

Localizzazione: Tutto il territorio regionale;

Beneficiari: sono ammessi a presentare domanda per ottenere il sostegno, in qualità di beneficiari e titolari della realizzazione delle attività:

  1. Enti di ricerca, che perseguono finalità di sviluppo agricolo e/o forestale;
  2. Organismi di Formazione accreditati dalla Regione Basilicata ai sensi della D.G.R. n. 927/2012 e ss.mm.ii.;
  3. Fornitori di servizi dimostrativi e di informazione e con codici ATECO J58, J59 e J60 (con relativi sottocodici), in attività da almeno due anni a far data dalla pubblicazione del presente bando.

Gli enti di ricerca sono individuati ai sensi dell’art. 1 del Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico 4 dicembre 2014.

Destinatari: sono destinatari degli interventi dimostrativi gli imprenditori agricoli ed addetti del settore agricolo, agroalimentare e forestale che abbiano sede legale e/o almeno una sede operativa / unità locale in Regione Basilicata. Gli “addetti del settore agricolo, agroalimentare e forestale” sono individuati all’art. 5 del Bando.

Condizioni di ammissibilità:

I beneficiari devono dimostrare i seguenti requisiti al momento del rilascio della domanda di sostegno sul portale SIAN:

  1. Perseguire scopi di sviluppo agricolo e forestale o di informazione / diffusione della conoscenza in ambito agricolo e/o forestale, come desumibile dall’Atto Costitutivo / Statuto;
  2. con riferimento ai soggetti indicati ai punti 2 e 3 dell’art. 4 “Beneficiari” del Bando, essere in possesso di adeguati requisiti in termini di personale qualificato e regolarmente formato in relazione all’attività proposta (per le Università pubbliche, CNR, ENEA ed altri Centri di ricerca controllati dal MIUR, vedi la nota 4 all’art. 6 del Bando). L’adeguatezza del personale sarà verificata e valutata in base alle esperienze collegate alle tematiche da trattare nel progetto dimostrativo, come riportate nel curriculum vitae: nello specifico gli esperti devono possedere un’esperienza professionale di almeno 6 mesi;
  3. presentare un progetto dimostrativo rivolto alla divulgazione dell’innovazione, in coerenza con quanto indicato all’art. 2 del Bando;
  4. fornire la prova di un coinvolgimento di almeno 5 (cinque) aziende agricole (non riconducibili al medesimo CUAA / Codice Fiscale): registro con l’elenco dei partecipanti all’attività, corredato delle relative manifestazioni di interesse sottoscritte, secondo le modalità descritte nell’art. 13 “Documentazione richiesta” del Bando.

Interventi ammissibili:

Ogni beneficiario potrà presentare al massimo n. 5 (cinque) progetti dimostrativi, corrispondenti a 5 differenti domande di sostegno.

Ciascun progetto dovrà avere una durata compresa fra 8 e 40 ore; i progetti dimostrativi dovranno essere conclusi nell’arco temporale di 45 (quarantacinque) giorni naturali e consecutivi a far data dalla sottoscrizione dell’atto di concessione del sostegno.

I soggetti proponenti dovranno, inoltre, raccogliere le adesioni delle Imprese agricole che Intendono partecipare alle azioni già nella fase di presentazione delle domande, con le modalità descritte neIl’art.13 “Documentazione richiesta”.

Le azioni previste nei progetti dovranno essere svolte presso una o più aziende agricole della Regione Basilicata, che dovranno essere individuate e indicate nei progetti.
Come previsto dal PSR Basilicata 2014 — 2020, i progetti dimostrativi dovranno consentire l’acquisizione di conoscenze ed abilità pratiche dirette, rivolte ad imprenditori agricoli ed operatori del settore.

Sono finanziabili le seguenti azioni:

  • incontri tecnico-pratici per iilustrare nuove tecnologie e/0 nuovi metodi di coitivazione e/o allevamento e/o introduzione di nuove specie/varietà/razze;
  • esercitazioni e prove pratiche per verificare in campo i risultati della ricerca;
  • prove pilota per promuovere la fattibilità e la validità tecnica ed economica delle innovazioni proposte.

Le attività di dimostrazione che riguardano la sottomisura sono relative ad Innovazioni mature/pronte, già sperimentate in altri ambiti e da ripresentare a livello regionale si tratta, cioè, di progetti dimostrativi che riguardano innovazioni già consolidate e testate da divulgare sul territorio regionale.

Nello specifico sarà necessario ancorare le azioni progettuali ad innovazioni relative all’implementazione di iniziative afferenti:

  1. le Misure 124 e 214 – Azione 5 del PSR Basilicata 2007 – 2013, con saldo versato dall’OP-AGEA;
  2. progetti cofinanziati su altri programmi e/o fonti di finanziamento pubbliche (HORIZON, LIFE, PRIN, PO FESR, etc.), conclusi e con certificazione di fine attività, purché strettamente coerenti con almeno uno dei fabbisogni
    F1, F2, F3 ed F8 di cui all’art. 2 del bando.

Spese ammissibili:

  1. Progettazione e realizzazione delle iniziative, incluse spese di personale, compreso il coordinamento organizzativo entro il 20% del costo del progetto;
  2. Collaborazioni tecnico-scientifiche per la realizzazione delle prove dimostrative;
  3. Spese di docenza e tutoraggio;
  4. Noleggio di attrezzature e acquisto di materiale didattico;
  5. Spese per noleggio di mezzi di trasporto collettivo per eventuali visite didattiche;
  6. Vitto e alloggio per il personale interessato alle prove dimostrative (diarie), entro il 15% del costo del progetto;
  7. Spese per la realizzazione di prove dimostrative, stretlamente connesse al progetto.

Per i costi indiretti è prevista una somma forfettaria del 15% della spesa ammessa per il personale (articolo 68 paragrafo 1 lettera b del Regolamento UE n.1303/2013).

Le spese sostenute saranno rimborsate con il criterio dei costi reali, cioé effettivamente sostenuti (Art. 67, comma 1, lettera a) del Reg. (UE) n. 1303/2013) e sulla base di quanto disposto dalla Circolare del Ministero del Lavorn, della Salute e delle Politiche Sociali n. 2 del 2 febbraio 2009, in maleria di ammissibilità delle spese e massimali di costo per le attività rendicontate a costi reali cofinanziate dal Fondo Sociale Europeo 2007-2013.

La quantificazione dei costi andrà definita secondo i parametri tabellati all’art. 8 del Bando.

Forma e intensità dell’aiuto:

Il sostegno è concesso in forma di contributo in conto capitale a fondo perduto, con intensità di aiuto al 100% delle spese ammissibili e nell’ambito del “regime de minimis” ex Reg. UE n. 1407/2013 e ss. mm. ii.

L’importo complessivo del costo di ciascun progetto dimostrativo non potrà essere superiore ad € 20.000,00. Non saranno ammessi progetti dimostrativi con un costo inferlore ad € 5.000,00.

 Modalità di presentazione della domanda:

La presentazione della domanda di partecipazione al Bando si distingue nelle seguenti 2 fasi:

RILASCIO DELLA DOMANDA DI SOSTEGNO SUL PORTALE SIAN: La domanda di sostegno deve essere rilasciata a SIAN entro 60 giorni consecutivi a far data dalla pubblicazione sul BURB

SCADENZA, ORE 14:00 DEL 15 OTTOBRE 2019

CANDIDATURA DELLA DOMANDA ATTRAVERSO LA PIATTAFORMA INFORMATICA SIA-RB: Entro 7 giorni consecutivi a far data dalla data di rilascio della domanda di sostegno a SIAN, il beneficiario deve, a pena di esclusione, candidare la domanda di partecipazione, corredata da tutta la documentazione richiesta ed elencata nel successivo art. 13, attraverso la piattaforma informatica SIA-RB

SCADENZA, ORE 14:00 DEL 22 OTTOBRE 2019 

Altre disposizioni di dettaglio sulla candidatura a mezzo della piattaforma informatica SIA-RB sono elencate all’art. 12 del Bando.

CLICCA PER ACCEDERE

Contatti:

Responsabile di misura: dott. Vittorio Restaino

tel.: 0971668660 mail: adg.psr@regione.basilicata.it

Responsabile del procedimento: dott.ssa Giuseppina Marsico

tel.: 0971668572 mail: giuseppina.marsico@regione.basilicata.it

Assistenza tecnica  SIA-RB [orario 9/14 – 15/18]

tel.: 0971668051, 0835284273 mail: siarb@assistenza.regione.basilicata.it

LEGGI LE FAQ: Per informazioni e chiarimenti sul presente bando è possibile inoltrare quesiti esclusivamente attraverso la specifica Sezione nella piattaforma informatica SIA-RB

 

Riferimenti normativi:

Bollettino ufficiale n.: 28/2019 del 16 agosto 2019

Delibera di Giunta Regionale n. 549 del 7 agosto 2019 Approvazione Avviso Pubblico

Allegati:

Bando

All. 1 Domanda di partecipazione [file word editabile]

All. 2 Format progetto dimostrativo [file word editabile]

All. 3 Manifestazioni di interesse al progetto delle imprese [file word editabile]

All. 4 Dichiarazione De Minimis [file word editabile]

All. 5 Format Elenco partecipanti [file word editabile]

 

Ultimo aggiornamento 19 settembre 2019, ore 10:23

Pin It on Pinterest