#BioBasilicata: la collettiva regionale al Sana di Bologna

“Qualità, sicurezza alimentare e sostenibilità ambientale. Miele, pasta, olio, peperoni, vini, fagioli di Sarconi IGP, legumi, ortofrutta ma anche humus di lombrico. Tutto rigorosamente biologico e certificato e rigorosamente lucano.”  Lo comunica l’Assessore alle Politiche Agricole e Forestali, Luca Braia.  “Saranno questi i prodotti a rendere, per il secondo anno consecutivo in modalità collettiva e di sistema anche con Alsia e Apt e coordinata dal Dipartimento Politiche Agricole e Forestali della Regione Basilicata, protagonista la Basilicata a Bologna – prosegue l’Assessore Braia – attraverso le 11 le aziende lucane, raggruppate in quattro consorzi che, grazie alle risorse europee, destinate alla promozione, saranno al Salone Internazionale del Biologico e del Naturale, ospitato dall’8 all’11 settembre 2017. Lo stand Basilicata si trova presso la Hall 26/Stand 125.

La Basilicata ha oggi 2.353 operatori iscritti all’albo dei produttori e impegnati nel comparto che contribuiscono ad accrescere la presenza di produzioni di qualità certificata, su un totale di 76 mila ettari di superficie coltivata a biologico, con un trend di crescita che vede 1000 operatori e 25mila ettari in più rispetto al precedente periodo di programmazione 2007/2013.

La presenza alla edizione n. 29 della fiera del Biologico, che nel 2016 ha visto oltre 47mila visitatori, dei nostri operatori biologici con produzioni certificate, è sostenuta con risorse del Programma di Sviluppo Rurale Basilicata 2014-2020, misura 3.2 dedicata alle attività di informazione e promozione, bando attraverso cui abbiamo stanziato 3,7 milioni proprio con l’obiettivo di accrescere la competitività e integrare la filiera agroalimentare lucana attraverso i regimi di qualità, la creazione di valore aggiunto dei prodotti agricoli, la notorietà dei prodotti nei mercati locali, le filiere corte.

Concepiti nel rispetto della natura – conclude l’Assessore Braia – i prodotti biologici lucani certificati che arrivano sulle tavole dei consumatori seguono processi di lavorazione, trasformazione, distribuzione e vendita progettati per garantire freschezza, genuinità e sostenibilità ambientale. Proprio sui metodi di produzione biologica, abbiamo deciso di investire 87,3 milioni di euro sia per l’introduzione che per il mantenimento in azienda, attraverso le misure agroambientali del PSR Basilicata 2014-2020.”

Per promuovere l’intero comparto, al Sana di Bologna, nella Hall 26/Stand 125 sono previste degustazioni quotidiane di prodotti biologici lucani con colazione a base di miele a cura del Consorzio regionale di tutela e valorizzazione del miele lucano, aperitivi e apericene a cura dei consorzi e delle aziende espositrici, in collaborazione con l’Unione Regionale Cuochi Lucani.

L’inaugurazione dello stand è in calendario venerdì, 8 settembre, alle 12.30 con una degustazione biologica assortita e la presenza di istituzioni ed attività, tra cui il Vice Ministro Andrea Olivero e l’Assessore all’Agricoltura della Regione Emilia Romagna, Simona Caselli oltre che una delegazione dell’Associazione lucani a Bologna.

I consorzi partecipanti sono: Consorzio regionale di tutela e valorizzazione del miele lucano; Ce.Lu.Bio, eccellenze lucane, con la promozione di pasta, olio, peperoni e humus biologici lucani; Consorzio Alta Val d’Agri che presenterà vini e fagioli, e Consorzio Qui Vulture, insieme a Con.Pro.Bio che allestirà il suo spazio con un assortimento di vino, pasta, legumi, ortofrutta.

Questo il programma delle attività:

Sabato 9 settembre, dalle 9.30 alle 13.30, nella Sala Ronda al Centro Servizi, in programma un convegno sulla certificazione: Il punto di vista dei produttori agricoli biologici sul nuovo Decreto di Riforma del Sistema di Certificazione, a cura del Consorzio Qui Vulture/Con.Pro.Bio, seguito alle 15.00 da un approfondimento sulle piante officinali a cura di Alsia.

Alle 17.00 di sabato 9 settembre, i visitatori potranno assistere alla presentazione e degustare i prodotti del Consorzio di Tutela e valorizzazione dell’Alta Val D’Agri e del Consorzio di tutela del Fagiolo di Sarconi IGP. Domenica 10 settembre, alle 13.00, in programma presentazione e degustazione dei prodotti del Consorzio Ce.Lu.Bio e alle 16.00 l’incontro con i buyer per la presentazione di un nuovo brand, insieme agli chef Giuliano Auletta e Michele Starita. Lunedì 11 settembre, alle 10.00, il Consorzio Con.Pro.Bio incontrerà i consumatori per presentare le proprie produzioni agroalimentari biologiche.

In città, uno o più piatti bio lucani saranno disponibili per i clienti presso alcuni ristoranti lucani a Bologna che hanno aderito all’iniziativa. Presso il Ristorante Drogheria della Rosa, in via Cartoleria 10 e presso il Ristorante Ristoro del Meridione, in via delle Belle Arti nei giorni 8 e 9 settembre.

X

Pin It on Pinterest

X