PSR FEASR

Grazie all’azione della Politica Agricola Comune (PAC), con cui si sostiene l’attività degli imprenditori  agricoli, oggi si protegge il futuro dell’agricoltura e della vita rurale e si affrontano nuove sfide per migliorare la competitività dell’agricolturaper rendere sostenibile la gestione delle risorse naturali e sviluppare azioni per il miglioramento climatico; per garantire uno sviluppo territoriale equilibrato per le zone rurali.

La politica di sviluppo rurale, secondo pilastro della PAC, complementare alla politica di coesione definita nell’Accordo di Partnenariato, viene attuata tramite i Programmi di Sviluppo Rurale nazionali e regionali che durano 7 anni.

Grazie al sostegno dell’Europa, le risorse finanziarie  dei fondi strutturali e di investimento  per l’Italia ammontano a 42 miliardi di euro a cui va aggiunto il cofinanziamento nazionale.
Il Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale (FEASR) dispone di quasi 10 miliardi e mezzo di euro che, con il cofinanziamento nazionale, determineranno una spesa pubblica di circa 21 miliardi di euro.

Innovazione, competitività e filiere, sostenibilità ambientale e governance territoriale, sono le priorità strategiche della politica regionale per lo sviluppo rurale, definite in coerenza con gli obiettivi di Europa 2020 e con gli orientamenti dell’Accordo di Partenariato.

Con il Programma di Sviluppo Rurale della Basilicata gli agricoltori lucani sono chiamati a essere protagonisti e attori principali in Europa, dove si producono e offrono a più di 500 milioni di cittadini europei cibi e alimenti sicuri, sani e a prezzi accessibili. Sono loro i custodi del territorio e dell’ambiente e favoriscono la vitalità delle zone rurali.

Con Decisione di esecuzione n. 8259, il 20 novembre 2015, la Commissione Europea ha approvato il Programma di Sviluppo Rurale della Regione Basilicata per il periodo di programmazione 2014-2020. Ammontano a 680 milioni di euro le risorse pubbliche stanziate attraverso il FEASR per l’attuazione del programma. (411,49 milioni di euro dal bilancio UE e 268,67 milioni di euro di cofinanziamento nazionale). In questa sezione è pubblicata la documentazione ufficiale, insieme alla scheda di sintesi redatta dai servizi della commissione e agli allegati sulla valutazione ambientale.

La Commissione Europea, con Decisione di esecuzione n. 1538 del 5 marzo 2020, ha rettificato la Decisione di esecuzione n. 9151 dell’11 dicembre 2019, che approva la modifica del programma di sviluppo rurale della Basilicata.

VERSIONI ADOTTATE

Versione 8.1– Decisione 11 dicembre 2019 AllegatiDecisione 5 marzo 2020 DGR62/20

Versione 7.0 –  Decisione

Versione 6.1Decisione 18 settembre 2018

Versione 5.0 – Decisione 8 novembre 2017 Allegati

Versione 4.1Decisione 18 agosto 2017

Versione 3.1Decisione 6 luglio 2016

Versione 2.0 – Approvato in CDS 29 gennaio 2016

Versione 1.0 – Decisione 20 novembre 2015 Allegati

 

CRITERI DI SELEZIONE

Criteri di selezione 15 luglio 2020 VERSIONE VIGENTE

Criteri di selezione 16 marzo 2020

Criteri di selezione 30 agosto 2019

Criteri di selezione • GAL START 2020 13 aprile 2018

Criteri di selezione 13 aprile 2018

Criteri di selezione • GAL La Cittadella del Sapere 15 dicembre 2017

Criteri di selezione 18 luglio 2017

Criteri di selezione 14 marzo 2016

LINEE GUIDA AMMISSIBILITÀ DELLA SPESA

Decreto MIPAAFT ammissibilità spesa Sviluppo Rurale 6 giugno 2019

Linee guida ammissibilità spese Sviluppo Rurale 2014-2020 9 maggio 2019

Regolamento ammissibilità spese programmi cofinanziati dai Fondi SIE 2014-2020 (DPR 22/2018)

Linee guida ammissibilità spese Sviluppo Rurale 2014-2020 11 febbraio 2016

DOCUMENTAZIONE E RAPPORTI DI VALUTAZIONE

Giustificativo Premi
Rapporto di valutazione ex ante
Proposta di dichiarazione di sintesi della direttiva VAS
Sintesi non tecnica della direttiva VAS
Analisi di contesto
Dichiarazione di sintesi finale Valutazione Ambientale

CONDIZIONALITÀ EX ANTE

Delibera Giunta Regionale n. 1375 del 30 novembre 2016 Guide operative soddisfacimento Condizionalità ex ante G1-G2-G3

Allegato 1  – Condizionalità G1 Antidiscriminazione
Allegato 2  – Condizionalità G2 Parità di genere
Allegato 3  – Condizionalità G3 Disabilità

Ultimo aggiornamento 16 luglio 2020, ore 10:03

Pin It on Pinterest