PSR 2021-2027, Preconsultazione delle parti economiche e sociali

Il 1 giugno 2018 sono state presentate le tre nuove proposte legislative che riguardano l’impostazione e la gestione della PAC (e quindi le azioni di sviluppo rurale, declinate attualmente dai PSR), per il periodo 2021 – 2027.

Le nuove proposte legislative sulla PAC 2021-2027 introducono importanti novità sulla futura politica di Sviluppo rurale sia dal punto di vista strategico che finanziario, delineando un nuovo modello di attuazione in cui gli Stati Membri disporranno di maggiore flessibilità e ruolo decisionale, per adattare le loro decisioni a bisogni e situazioni locali specifiche.

Volendo sintetizzare, a livello europeo sarà deciso cosa è possibile implementare, mentre agli Stati Membri sarà concessa facoltà di decidere come.

Le principali novità:

  1. un unico Piano Nazionale con una Autorità di Gestione centrale. Le autorità regionali potrebbero nei fatti assumere un ruolo di “organismo intermedio”;
  2. New delivery model (nuovo metodo di lavoro o nuova modalità di attuazione), che prevede un maggiore potere decisionale conferito agli Stati Membri, i quali partecipano attivamente alla scrittura della PAC, presentando il Piano Strategico Nazionale, documento programmatico che dispone le modalità di utilizzo del sostegno sia per i pagamenti diretti che per lo sviluppo rurale, accomunando di fatto il 1° e il 2° pilastro in un’unica strategia a regia nazionale, con importanti gradi di flessibilità che si estendono anche alla gestione dei pagamenti diretti e delle misure settoriali (OCM);
  3. modello basato in modo prevalente sul conseguimento delle performance, sui risultati più che la spesa;
  4. definizione a livello europeo di Misure, Sottomisure, requisiti di ammissibilit, articolate con articolazione dettagliata da ciascuno Stato Membro, valorizzando così le specificità e le esigenze dei sistemi agricoli e dei territori locali;
  5. possibilità di trasferire fino al 15% delle dotazioni finanziarie della PAC dai pagamenti diretti (1° Pilastro) allo Sviluppo Rurale (2° Pilastro) e viceversa, per assicurare il finanziamento delle priorità e delle misure reputate più idonee.

Nel processo di costruzione delle politiche regionali riferite al periodo di programmazione 2021-2027, il coinvolgimento del partenariato economico e sociale rappresenta un importante momento di riflessione e di confronto nell’elaborazione dell’impianto programmatorio sia per l’impostazione delle regole attuative che delle priorità di intervento. Il ruolo del partenariato, sancito dall’art.94 della Proposta di regolamento sui Piani Strategici della PAC, diviene determinante in tutte le fasi della policy programmatica: dalla preparazione del Programma, alla sua attuazione, dal monitoraggio dei progetti e delle procedure, alla valutazione dei risultati.

Il Dipartimento Politiche Agricole e Forestali, sin da questa prima fase preliminare, intende avviare un processo di pre-consultazione per consentire agli operatori del sistema agroalimentare, alle parti economiche e sociali e a tutti i portatori di interesse (anche non agricoli), di avviare un percorso costruttivo teso a definire una strategia di intervento mirata a soddisfare i fabbisogni del territorio regionale.

La pre-consultazione sarà effettuata online.

 

AGGIORNAMENTO DEL 21 MAGGIO 2019

PROPOSTE DI REGOLAMENTO DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO DEL 1 GIUGNO 2018

[COM 2018/392] Proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio recante norme sul sostegno ai piani strategici che gli Stati membri devono redigere nell’ambito della politica agricola comune (piani strategici della PAC) e finanziati dal Fondo europeo agricolo di garanzia (FEAGA) e dal Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e che abroga il regolamento (UE) n. 1305/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio e il regolamento (UE) n. 1307/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio

[COM 2018/392] Allegato alla Proposta di regolamento

[COM 2018/393 Gestione e Monitoraggio] Proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio sul finanziamento, sulla gestione e sul monitoraggio della politica agricola comune e che abroga il regolamento (UE) n. 1306/2013

[COM 2018/393] Allegato alla Proposta di regolamento

[COM 2018/394 OCM] Proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica i regolamenti (UE) n. 1308/2013 recante organizzazione comune dei mercati dei prodotti agricoli, (UE) n. 1151/2012 sui regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari, (UE) n. 251/2014 concernente la definizione, la designazione, la presentazione, l’etichettatura e la protezione delle indicazioni geografiche dei prodotti vitivinicoli aromatizzati, (UE) n. 228/2013 recante misure specifiche nel settore dell’agricoltura a favore delle regioni ultraperiferiche dell’Unione e (UE) n. 229/2013 recante misure specifiche nel settore dell’agricoltura a favore delle isole minori del Mar Egeo

DOCUMENTAZIONE DI INTERESSE

Verso la nuova PAC 2021-2027 Regione Basilicata – Ufficio Autorità di Gestione PSR

Slide Futura PAC Commissione Europea DG Agri

Corte dei Conti Europea Parere n. 7 del 25 ottobre 2018 sulle proposte della Commissione di regolamenti concernenti la politica agricola comune per il periodo successivo al 2020

 

 

Pagina creata il 21 maggio 2019 – Ultimo aggiornamento 20 giugno 21019, ore 12:14

Pin It on Pinterest