Avviso pubblico per la presentazione e selezione di progetti innovativi di contrasto al disagio abitativo

Asse VII “Inclusione sociale”

Azione 9B.9.4.1 Interventi di potenziamento del patrimonio pubblico esistente e di recupero di alloggi di proprietà pubblica per incrementare la disponibilità di alloggi sociali e servizi abitativi per categorie fragili per ragioni economiche e sociali. Interventi infrastrutturali finalizzati alla sperimentazione di modelli innovativi sociali e abitativi per categorie molto fragili

Obiettivi: L’avviso pubblico è stato approvato con D.G.R n. 200 del 9 marzo 2018 per ridurre il disagio abitativo attraverso l’attuazione di un programma di ristrutturazione e riconversione del patrimonio pubblico obsoleto e non utilizzato, realizzato in chiave di miglioramento delle complessive prestazioni (funzionali, statiche, energetiche, gestionali), per immettere sul mercato un’offerta alloggiativa evoluta sia sotto il profilo tipologico-funzionale-energetico e a basso costo di gestione per gli utenti, sia funzionale a soddisfare la domanda sociale.

Con l’Avviso si è voluto sperimentare un modello di recupero e di gestione del patrimonio immobiliare residenziale pubblico per garantire adeguata offerta abitativa a famiglie in condizioni di disagio economico a basso reddito a canoni sociali e a soggetti con fragilità sociali (giovani coppie, anziani, famiglie monoparentali, separati, studenti fuori sede, immigrati, lavoratori fuori sede). L’avviso è stato redatto congiuntamente con l’Autorità di gestione del Fse.

Tipologie di interventi ammessi: recupero immobili ed alloggi di proprietà pubblica finalizzati a potenziare l’offerta di alloggi sociali e servizi abitativi da conseguirsi attraverso la sottoscrizione di un accordo.

Con riferimento ai singoli alloggi sfitti e/o all’edificio pubblico residenziale ospitante alloggi sfitti ovvero agli edifici pubblici non utilizzati a fini locativi sono ammesse le seguenti tipologie edilizie:

  • interventi di manutenzione straordinaria, di restauro e risanamento conservativo, di ristrutturazione edilizia;
  • interventi di efficientamento energetico;
  • interventi per l’adeguamento e il miglioramento sismico;
  • interventi di frazionamento/accorpamento di alloggi;
  • interventi di abbattimento delle barriere architettoniche;
  • interventi innovativi integrati

Beneficiari:

  • Ater di Potenza e Matera limitatamente al patrimonio edilizio da queste gestito nei comuni ad alta tensione abitativa (ATA) regionale
  • I 9 comuni ad alta tensione abitativa: Avigliano, Lavello, Melfi, Pignola, Rapolla, Tito, Venosa, Nova Siri, Policoro

Importo: 11,700 Meuro

Risultati: Con D.G.R n. 1328 del 14 dicembre 2018 sono state ammesse a finanziamento n. 7 operazioni per un ammontare complessivo di 6.682.845,30 euro di cui 4.080.027,30 euro a valere sul Po FESR e 2.062.818,00 euro quale cofinanziamento per un totale di 66 alloggi. Il 4 marzo 2019 si è svolto il 1° comitato di coordinamento e monitoraggio previsto all’art. 6 dell’Accordo di programma

Pin It on Pinterest