PO FESR, FIRMA ACCORDO DI PROGRAMMA SU VIABILITÀ AREE INTERNE

PO FESR, FIRMATI ACCORDI DI PROGRAMMA VIABILITÀ

Saranno realizzati interventi in 45 comuni di tre aree interne, per un totale di 33 milioni di euro. A breve, sarà siglata un’intesa relativa ad una quarta area, per 7 milioni di euro

Sono stati firmati oggi, nella sala Verrastro del palazzo della giunta regionale, gli Accordi di programma per l’attuazione delle opere di viabilità in tre delle quattro aree interne della Basilicata (Alto Bradano, Mercure Alto Sinni Val Sarmento, Montagna Materana), che saranno realizzate con fondi Po Fesr 2014-2020, per un importo complessivo di 33 milioni di euro. Nei prossimi giorni, dopo alcuni approfondimenti, sarà siglato il quarto accordo – relativo al Marmo Platano – per un importo totale di circa 7 milioni di euro. Il finanziamento complessivo destinato alla viabilità delle aree interne sarà quindi di 40 milioni di euro, per interventi di “ristrutturazione strutturale e funzionale delle strade, allargamenti, adeguamento delle strutture principali, rispristino tratti non più percorribili, realizzazione di nuove e brevi sedi stradali”. La firma degli accordi è stata presentata nel corso di un incontro con i sindaci interessati presieduto dal governatore Marcello Pittella ed aperto dall’intervento dell’assessore regionale alle Infrastrutture, Carmine Miranda Castelgrande. Presenti, tra gli altri, l’Autorità di Gestione Po Fesr Basilicata 2014-2020, Antonio Bernardo, i direttori generali del Dipartimento Programmazione e Finanze e del Dipartimento Infrastrutture e Mobilità, Elio Manti e Liliana Santoro, i dirigenti Gianni Di Bello ed Emilio Libutti, i presidenti delle Province di Potenza e di Matera, Nicola Valluzzi e Francesco De Giacomo.

Gli Accordi hanno come finalità il miglioramento delle condizioni di vita delle popolazioni che abitano nelle Aree Interne consentendo un più facile accesso ai servizi pubblici essenziali.

Con la realizzazione degli interventi di viabilità nelle Aree Interne si intende garantire un’offerta viaria idonea a elevare la qualità delle strade, da intendersi sia in termini di ripristino della funzionalità originaria che di incremento dell’accessibilità dei vari mezzi di trasporto nonché di riduzione dei tempi di percorrenza.

Gli Accordi chiudono la procedura negoziata avviata dal Presidente Pittella a ottobre 2016 con l’istituzione di un Tavolo a regia regionale inerente la Viabilità per le Aree Interne della Basilicata che ha consentito un processo di selezione degli interventi in materia di viabilità partecipato e funzionale alle esigenze dei territori.

Le operazioni ammesse a finanziamento sul PO FESR BASILICATA 2014-2020 – Asse 6 “Sistemi di trasporto ed infrastrutture di rete” Azione 7B.7.4.1 “Rafforzare le connessioni dei nodi secondari e terziari delle Aree Interne e di quelle dove sono localizzati significativi distretti di produzione agricola e agro-industriale con i principali assi viari e ferroviari della rete TEN-T” con le D.G.R. n. 1395 del 21 dicembre 2017 e n. 44 del 22 gennaio 2018 sono state selezionate tra quelli di competenza provinciale e/o comunale di raccordo con la rete regionale viaria, dando priorità ai tratti interessati da maggiori flussi stradali attuali e/o potenziali, a servizio di un numero maggiore di centri abitati o abitanti, che consentono la maggiore riduzione dei tempi di percorrenza e che garantiscono la rapida cantierabilità degli interventi.

I tre accordi siglati oggi, per un importo di 33 milioni, coinvolgono 45 strade, 35 comuni ed una popolazione di 70 mila abitanti. Nello specifico, saranno investiti 13,400 milioni di euro per l’area “Mercure Alto Sinni Val Sarmento” che comprende 19 comuni (Calvera, Carbone, Castronuovo di Sant’Andrea, Chiaromonte, Fardella, Francavilla in Sinni, San Severino Lucano, Senise, Teana, Viggianello, Castelluccio Inferiore, Castelluccio Superiore, Rotonda, Cersosimo, Noepoli, San Costantino Albanese, San Paolo Albanese, Terranova di Pollino e San Giorgio Lucano). Gli interventi saranno 13, per una popolazione di 30 mila abitanti. All’area della Montagna Materana, che comprende 8 comuni (Accettura, Aliano, Cirigliano, Craco, Gorgoglione, Stigliano, San Mauro Forte, Oliveto Lucano) saranno destinati 9,877 milioni di euro per 28 operazioni, rivolte ad una popolazione di 12 mila abitanti. Un cifra pari a 9,625 milioni di euro è stata individuata invece per l’area interna dell’Alto Bradano, che comprende 8 comuni (Acerenza, Banzi, Forenza, Genzano di Lucania, Oppido Lucano, Palazzo San Gervasio, San Chirico Nuovo e Tolve). Le  operazioni saranno in tutto quattro, in 20 chilometri di intervento che interessano una popolazione di 26 mila abitanti. Per quanto riguarda la quarta area, quella del Marmo Platano (che comprende i 7 comuni di Balvano, Baragiano, Bella, Castelgrande, Muro Lucano, Pescopagano e Ruoti) l’accordo, che metterà in campo 7,095 milioni sarà ufficializzato nei prossimi giorni.

Pin It on Pinterest