AVVISO PUBBLICO: “Azioni di formazione continua per cassaintegrati e beneficiari di altre forme di integrazione salariali attivate in seguito all’emergenza Covid-19” – scad. 31/10/2020 ore 18:00

E’ stato pubblicato sul BUR n° 65 Speciale del 9 luglio 2020, con una dotazione finanziaria di euro 3.000.000, l’Avviso Pubblico “Azioni di formazione continua per cassaintegrati e beneficiari di altre forme di integrazione salariali attivate in seguito all’emergenza Covid-19” approvato con la D.G.R. n. 446 del 2 luglio 2020.

L’avviso finanzia progetti formativi aziendali o pluriaziendali mirati alla riqualificazione e all’aggiornamento del personale occupato presso imprese che, a seguito dell’emergenza Covid-19, beneficiano dei diversi strumenti di Cassa Integrazione (CIGO, CIGS, CIGD) o i cui lavoratori risultano essere percettori di altre forme di integrazione salariale quali Fondi bilaterali e Fondi FIS.

Possono partecipare all’avviso le aziende, in forma singola o associata in ATI/ATS, con almeno un’unità operativa in Basilicata.

I progetti formativi possono essere attuati direttamente dall’impresa beneficiaria o delegando una o più attività progettuali ad un organismo di formazione, per un numero minimo di 5 allievi e di 24 ore, e devono rispondere a strategie di sviluppo aziendale mirando, soprattutto, ad adottare misure in materia di salute e sicurezza sul lavoro nel contesto di riduzione della diffusione Covid-19 associate, ad esempio, all’adattamento dei lavoratori alle innovazioni (nuovi software, nuovi strumenti, nuovi macchinari, nuovi modelli organizzativi, etc.) o ad una migliore attuazione delle strategie organizzative aziendali (job rotation, job sharing, etc.).

Le attività devono essere avviate entro 15 giorni dalla data di sottoscrizione dell’Atto Unilaterale d’Impegno e devono concludersi entro 5 mesi dalla data di avvio.

Al termine della formazione, il soggetto proponente dovrà rilasciare un Attestato di frequenza semplice redatto secondo il modello di riferimento del Repertorio delle Attestazioni della Regione Basilicata.

Il lavoratori destinatari dell’intervento devono avere in corso, con l’azienda beneficiaria, un contratto a tempo indeterminato, determinato, atipico o di apprendistato.

I progetti presentati, per un costo complessivo non superiore a € 54.000, saranno sottoposti  valutazione di merito con l’assegnazione di punteggi in relazione a differenti aspetti progettuali e sono ammissibili, fino ad esaurimento delle risorse, i progetti con un punteggio di almeno 18 punti.

Le domande di candidatura possono essere inoltrate esclusivamente online fino alle ore 18:00 del 31 ottobre 2020 attraverso la piattaforma regionale Cebas il cui accesso è possibile tramite credenziali SPID, Carta Nazionale dei Servizi o utente – password – pin forniti dalla Regione Basilicata prima del 19.04.2017.

Pin It on Pinterest