Politiche antifrode

POLITICA ANTIFRODE DELL’ADG DEL PO FSE BASILICATA 2014-2020

Ai sensi di quanto disposto dall’art. 72, lettera h) del Regolamento (UE) n. 1303/2013, l’Autorità di Gestione ha l’obbligo di prevenzione, rilevamento e correzione delle irregolarità comprese le frodi; ciò implica la responsabilità in capo alla stessa Autorità nel definire procedure atte a garantire, con efficacia e correttezza, la prevenzione, il rilevamento e la correzione di ogni tipo di irregolarità.

Con riferimento alle attività messe in campo per contrastare fenomeni fraudolenti che potrebbero ledere gli interessi finanziari dell’UE, il Regolamento (UE) n. 1303/2013 stabilisce, all’art. 125, paragrafo 4, lettera c, stabilisce che l’Autorità di Gestione deve adottare un sistema integrato di lotta alle frodi e, più in particolare, garantire “adeguate misure antifrode efficaci e proporzionate in relazione ai rischi individuati”, in linea con le indicazioni fornite dai Servizi della Commissione europea nella nota orientativa EGESIF_14-0021-00 del 16/06/2014.

In base a quanto previsto dall’art. 124, par 2 del Regolamento n. 1303/2013 sul sistema di gestione e controllo che si configura in modo sostanzialmente identico alla Programmazione FSE 2007-2013 e in base alla analisi storica dei tassi di errore rilevati e riportati nei Report Annuali di Controllo da parte della Autorità di audit nella programmazione POR FSE 2007-2013, si ritiene di poter asserire che l’indice di rischio sia relativamente basso.
Ad ogni modo, conformemente ai regolamenti comunitari per l’attuazione del FSE 2014-2020, l’Autorità di Gestione e tutte le strutture coinvolte nella gestione ed attuazione del POR, adottano un approccio proattivo, strutturato e mirato alla gestione del rischio di frode ed operano per prevenire, identificare e correggere le eventuali irregolarità che si manifestano nell’attuazione degli interventi cofinanziati dai fondi strutturali.
Le politiche antifrode della Regione Basilicata sono attuate utilizzando i diversi strumenti di seguito descritti nell’Allegato 3 al Si. Ge. Co. ver. 2 – Politica e Procedure antifrode.

Per ulteriori approfondimenti si rimanda al Si. Ge. Co. 2014_2020 ver. 2.0

 

Documenti:

Allegato 3 al Si.Ge.Co ver. 2 – Politica e Procedure antifrode

Informativa dell’AdG del PO FSE Basilicata 2014-2020

Format di Dichiarazione di assenza conflitto di interesse ai sensi dell’art. 6, 6 bis della legge 7 Agosto 1990, N. 241 (inserire file dichiarazioni. docx già presente nella sezione)

Altra documentazione utile:

Nota orientativa EGESIF_14-0021-00 del 16/06/2014

DGR 1059 del 10/08/2015_Costituzione del gruppo di autovalutazione del rischio di frode

Determina Dirigenziale n. 999 del 30/09/2015 – Costituzione gruppo di autovalutazione del rischio di frode per l’attuazione dell’articolo 125.4 c) del RDC Regolamento Disposizioni Comuni (UE) n. 1303/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 dicembre 2013 – Regolamento di funzionamento del Gruppo di Autovalutazione del rischio di frode

Determina Dirigenziale n. 205 del 09/03/2018 – PO FSE BASILICATA 2014-2020_ Gruppo di autovalutazione del rischio di frode per l’attuazione dell’articolo 125.4 c) del RDC Regolamento Disposizioni Comuni (UE) n. 1303/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 dicembre 2013 – Integrazione

Determina Dirigenziale n. 990 del 31/05/2018 – Gruppo di autovalutazione del rischio di frode per l’attuazione dell’articolo 125.4c) del RDC Regolamento Disposizioni Comuni (UE) n. 1303/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 dicembre 2013. Approvazione esiti

Nota Tecnostruttura – Prot. n° 1316.FSE del 08.06.15 – Invio esiti gruppo Frodi – SIGECO 2014-2020

Nota Tecnostruttura – All. n°1 al prot. 1316.Fse – Elenco controlli attuali

Nota Tecnostruttura – All. n° 2 al prot. 1316.Fse – Nota di accompagnamento Frodi

Nota di informazione sugli indicatori di frode per il FESR, FSE e SC – cocof_09_0003_00_it

Raccolta di casi anonimizzati dell’OLAF

Presentazione Arachne

DGR n.71 del 14/02/2017 – Approvazione piano triennale della corruzione e della Trasparenza 2017_2019

Circolare n° 1/2015 – Obbligo di astensione in caso di conflitto di interessi ex art. 6-bis della legge n. 241/1990 e s.m.i. e monitoraggio dei rapporti tra Amministrazione e soggetti esterni ex. art. 1 comma 9 lett. e) della legge 190/2012. Criteri applicativi

DPR n°62/2013 – Codice comportamento dipendenti pubblici

DGR n°953 del 30/07/2014 – Codice di Comportamento dei dipendenti della Regione Basilicata

 

Pin It on Pinterest