Regione Basilicata: Protocollo d’Intesa integrazione fondi PON “Legalità” 2014-2020

La Giunta regionale ha approvato lo schema di Protocollo di Intesa “per la realizzazione di azioni nei settori della legalità e sicurezza da finanziare con le risorse attribuite alla Regione Basilicata per il ciclo di programmazione 2014/2020 e le risorse del PON “Legalità” 2014/2020” tra la Regione Basilicata, il Ministero dell’Interno – Dipartimento della Pubblica Sicurezza, la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Politiche di Coesione, l’Agenzia per la Coesione Territoriale e l’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei Beni Sequestrati e Confiscati alla criminalità organizzata.

Il Protocollo di Intesa ha l’obiettivo di integrare i fondi della programmazione operativa nazionale (PON) e della programmazione operativa regionale (POR) destinati, per gli anni 2014-2020, alle politiche di coesione e al riequilibrio territoriale della regione Basilicata in materia di legalità e sicurezza.

L’intento è anche di attivare un’azione di cooperazione inter-istituzionale semplificando l’attività amministrativa e snellendo le procedure, in particolare per quanto attiene l’individuazione, la valorizzazione e la gestione dei beni confiscati.

Sicurezza nelle aree industriali e nelle zone sensibili della nostra regione, riconversione di strutture pubbliche, rafforzamento della trasparenza nella pubblica amministrazione. Sono queste le aree di intervento del PON Legalità, che il Presidente della Giunta, Marcello Pittella ha sottoscritto in Prefettura a Potenza con l’Agenzia per la coesione territoriale.
Le risorse stanziate ammontano a circa 18 milioni di euro e consentiranno di consegnare più sicurezza ai cittadini e agli operatori economici.

Gli obiettivi strategici del Programma sono:

  • rafforzare gli standard di sicurezza in particolari aree della Basilicata considerate strategiche per lo sviluppo;
  • favorire l’inclusione sociale attraverso il recupero di beni immobili pubblici, anche confiscati alla criminalità organizzata;
  • favorire l’inclusione sociale e la diffusione della legalità;
  • migliorare le competenze della PA nel contrasto alla corruzione e alla criminalità organizzata.

La Regione Basilicata, in coerenza con gli obiettivi strategici, ha individuato le seguenti priorità di intervento:

  • protezione delle aree ad alto potenziale di sviluppo economico e basso tasso di legalità;
  • recupero infrastrutturale dei beni confiscati e/o quelli demaniali inutilizzati;
  • gestione dell’impatto migratorio sulle comunità locali attraverso percorsi di innovazione sociale.

A conclusione degli interventi previsti Gruppo tecnico composto da rappresentanti della Regione Basilicata, del Ministero dell’Interno, del Dipartimento per le Politiche di Coesione e dell’Agenzia per la Coesione Territoriale, oltre a riunirsi periodicamente, ne valuterà i risultati.

Allo schema di Protocollo d’intesa sono allegati il “Programma per il rafforzamento della legalità, della sicurezza e della coesione sociale in Basilicata” e il “Quadro finanziario del programma per il rafforzamento della legalità, della sicurezza e della coesione sociale in Basilicata”.

Download

X

Pin It on Pinterest

X
Share This